Blusa con balza


Quando ho deciso di cucire questa blusa volevo un top che andasse bene per l’ufficio ma anche per occasioni eleganti se abbinato a pantaloni aderenti o a una gonna a matita fatti con tessuto elegante.

Si tratta del modello n. 109 di Burda gennaio 2014. È molto ampio senza pince sul seno, con maniche aderenti tagliate in due pezzi. Il modello originale della rivista era in nappa ed era tagliato a vivo, per cui per la versione che vedete ho aggiunto i margini per l’orlo in fondo e per gli orli delle maniche, senza apportare altre modifiche.

Ho utilizzato un tessuto goffrato leggermente stretch solo un po’ trasparente.

Sono soddisfatta del risultato: con la sua ampiezza è comodo da portare, mi permette di stare rilassata ma allo stesso tempo di sentirmi elegante e in ordine.

Per l’autunno che è appena iniziato progetto di cucire una blusa color mostarda, colore di questo inverno (e anche dello scorso, veramente) ma sono ancora alla ricerca del modello perfetto, anzi sto cercando l’ispirazione e si accettano consigli ;).

Annunci

Rosa pompelmo

Questa gonna l’ho vista sul bellissimo libro di Ivanne Soufflet – Grains de couture hommes et femmes – e ho voluto riprodurla identica, anche nel colore, cosa che mi capita molto raramente, tanto ero rimasta colpita.

La gonna non è difficile da fare, davanti ha delle pince, mentre dietro è arricciata e il lino è un tessuto molto bello da toccare e lavorare. Le spiegazioni del libro sono piuttosto stringate, ma lo trovo comunque interessantissimo perché dà molte idee su come mescolare tra di loro diversi modelli, inoltre contiene modelli belli e originali.

Io ho fatto una taglia 40 francese senza alterazioni, ma avrei dovuto tenere conto che il lino cede e fare almeno una 38, se non una 36. Infatti originariamente la gonna avrebbe dovuto avere il cinturino all’altezza dell’ombelico mentre la mia versione ha la vita molto più bassa.

Il top è il modello Hayden del magazine Seamwork, la versione 2 più corta realizzata con un tessuto plumetis. Ho fatto una taglia 6 senza alterazioni. I modelli del magazine rispetto a quelli Colette calzano molto meno (in genere io cucio una taglia 2 dei modelli Colette). Il top ha delle cuciture laterali dove volendo si possono inserire delle ruche.

Mi  piace questa versione ma il top è molto corto e non è adatto per andare in ufficio. Per questo ho fatto anche una versione lunga, sempre con un tessuto bianco (con le ruche).

Questo è stato per me un po’ il look dell’estate, gonna lunga molto ampia e top corto e piuttosto largo.

Eccomi

Qualche anno fa è nata la mia passione per il cucito, una grande passione. In breve tempo ho imparato molte cose da autodidatta partendo completamente da zero. Tutto ciò che so l’ho imparato da manuali di cucito, riviste, tutorial e video sul web.

Non sono certo diventata una sarta di Valentino, però qualche capo l’ho realizzato, indosso le mie creazioni quasi tutti i giorni e perseguo il desiderio di riuscire a creare un intero guardaroba cucito da me, comprese mutande.

Sì, lo so che non c’è un risparmio perché basta andare in un grande magazzino in un centro commerciale ed è possibile trovare a prezzi bassissimi qualsiasi tipo di modello e di colore di abito, blusa, giacca, gonna, pantaloni o mutande, ma io ho bisogno di nutrire il mio lato creativo, continuamente.